IL GRUPPETTO GAY
In palestra c’è solo una cosa che distingue gli etero dai gay e non è l’essere sensibili o il conoscere a memoria le canzoni di Madonna, ma l’allenarsi in gruppo: gli etero al massimo si allenano in coppia e si aiutano con le ripetizioni, i gay invece si radunano in gruppetti, confabulano sui nuovi arrivati, si mostrano le foto delle conquiste e quando gli passi vicino abbassano il tono della voce  e ti squadrano con il sopracciglio alzato e lo sguardo di quelli che: “Tu non puoi sederti con noi!”.

IL GRUPPETTO GAY

In palestra c’è solo una cosa che distingue gli etero dai gay e non è l’essere sensibili o il conoscere a memoria le canzoni di Madonna, ma l’allenarsi in gruppo: gli etero al massimo si allenano in coppia e si aiutano con le ripetizioni, i gay invece si radunano in gruppetti, confabulano sui nuovi arrivati, si mostrano le foto delle conquiste e quando gli passi vicino abbassano il tono della voce  e ti squadrano con il sopracciglio alzato e lo sguardo di quelli che: “Tu non puoi sederti con noi!”.

  1. adrinkerwithwritingproblems ha rebloggato questo post da gentedellapalestra
  2. samplestiltskin ha rebloggato questo post da gentedellapalestra
  3. wamborock ha rebloggato questo post da gentedellapalestra e ha aggiunto:
    Ahahahahahhaha! Troppo vero!
  4. pittost ha rebloggato questo post da gentedellapalestra
  5. hautecouturk ha rebloggato questo post da gentedellapalestra
  6. planetmesagne ha rebloggato questo post da gentedellapalestra
  7. comicsiringo ha rebloggato questo post da gentedellapalestra
  8. riccardoberne ha rebloggato questo post da gentedellapalestra